Banner
Gabriel Buttigieg by Clint Scerri Harkins
Interviste

Determinismo, evoluzione e il Mediterraneo: l’arte di Gabriel Buttigieg

Sesso, morte e la transitorietà di tutto permea il lavoro dell’artista visuale maltese Gabriel Buttigieg. Un autentico inno alla Natura ed alla segreta arte di vivere il Momento.

Dominato da rappresentazioni memorabili della figura umana, l’arte dell’artista visivo maltese Gabriel Buttigieg (nato nel 1993) è ciò che i critici hanno descritto come una vernice che esplode su tela per limitare le urgenti passioni vulcaniche che avvolgono le relazioni umane.

Buttigieg confessa che dietro la sua spinta artistica c’è il suo fascino per il sesso, la morte e la transitorietà di tutte le cose.

Ciò alimenta la sua sete selvaggia per la bellezza e i piaceri della natura e del corpo lontano dalle inibizioni. Ciò controbilancia la tensione malinconica e più contemplativa nella sua arte: un senso di perdita e brama di uno stato primordiale di innocenza, nonché disincanto e disgusto per la corruzione e l’artificialità dell’umanità contemporanea.

Primordial series - Two women and orange trees

Primordial series – Two women and orange trees

Gabriel Buttigieg ha tenuto numerose mostre personali, in particolare Paintings (2016), Nudes (2016),  ‘The Droplet’ (2017) e Saudade (2018). Ha anche partecipato a diverse mostre collettive, a Spazju Kreattiv (MT), alla galleria Valletta Contemporary Art (MT) e con il gruppo di artisti Xarolla (MT). Le sue opere fanno parte di collezioni pubbliche e private in Europa. Dopo la sua mostra personale The Beach (2019) presso l’Armory of Art, Accademia di Belle Arti, in Danzica, Polonia, Buttigieg lavorerà per le prossime mostre e progetti a Piacenza  e a Chateauneuf sur Charente, in Francia.

Gabriel Buttigieg ha studiato alla Facoltà di Scienze della Formazione e al Dipartimento di Arti Digitali. Attualmente sta studiando Psicologia all’Università di Malta.

(Text courtesy Valletta Contemporary).

The Beach series - Nightscape

The Beach series – Nightscape


Quale influenza ha avuto Malta sulla tua sensibilità e dunque sulla tua produzione artistica?

La cultura mediterranea è fortemente presente nel mio lavoro, soprattutto considerando la mentalità insulare sull’isola. Ho sempre guardato oltre queste coste e, pur mantenendo un’identità mediterranea, mi sono sempre visto come un cittadino del mondo piuttosto che semplicemente un prodotto della mentalità dell’isola. Sento di colmare il divario tra i collegamenti dell’Europa orientale e meridionale. Quando ripenso al passato, rifletto che pochi hanno guardato all’idealizzazione della psicologia del nudo su queste isole e, come reazione innata a questo, ho fatto di questo lo scopo della mia arte.

The Beach series - Requiem

The Beach series – Requiem


Ci sono opere d’arte o artisti che ti ispirano o ossessionano?

L’arte ha le sue radici nei tempi antichi. Ho sempre ammirato l’artista che ha il potere di provocare sentimenti crudi, sia di tipo primitivo che romantico. Artisti come Tiziano e El Greco mi hanno spinto verso l’arte, artisti contemporanei come Hockney e Baselitz mi hanno ispirato e persino artisti ultra-contemporanei come Igor Moritz, mi hanno influenzato pesantemente. Ho anche reagito al movimento degli anni ’80 che sosteneva che la pittura fosse morta e quindi ho seguito i passi di Eric Fischl.


Tra le tue opere, ne hai una favorita?

Scegliere tra la mia arte sarebbe uno sforzo inutile. Ogni pezzo che ho creato è un riflesso del mio essere attraverso il tempo. Quando gli artisti si ritrovano invischiati nello stesso ciclo di dipinti, ciò indica che la personalità non è in movimento, a livello individuale, collettivo e artistico. Reagisco al fatto che il costrutto sociale è quello che definisce la pittura come morta e quindi ogni lavoro che offro è una reazione a questo movimento. Questo significa che il mio lavoro preferito è quello su cui sto lavorando.

The lands series - graphite on paper

The lands series – graphite on paper


Che effetto hanno avuto questi mesi di semi apocalisse in seguito all’epidemia di covid sul tuo modo di intendere e fare arte? 

Questo particolare periodo storico mi ha dato lo spazio per riflettere, per prendere il tempo di affinare gli aspetti creativi e tecnici della mia arte. Sono sempre stato un artista prolifico .

La mia ultima serie di dipinti denominata “Lands” mettono in risalto la fecondità e la realtà fluida fisica del corpo femminile. Durante questo periodo di social distancing ho anche avviato un progetto creativo, che è ancora nelle sue fasi iniziali, che porterà a una mostra a Piacenza in Italia.

Per ulteriori informazioni ed aggiornamenti sulla produzione artistica di Gabriel Buttigieg, è  possibile consultare il suo sito: www.gabrielbuttigieg.com
The lands series - graphite on paper

The lands series – graphite on paper

 

The lands series - graphite on paper

The lands series – graphite on paper

 

Primordial series - Woman boy bird

Primordial series – Woman boy bird

Primordial series - Woman in a landscape

Primordial series – Woman in a landscape

Primordial series - Woman and man

Primordial series – Woman and man

 

Banner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

x